Print

Assemblea Nazionale PD

Written by Associazione Democratici per Milano.

Assemblea Nazionale PDLo scorso 21 febbraio, a Roma, si è svolta l'Assembla Nazionale del Partito Democratico, in cui sono stati affrontati i più importanti temi dell'attualità politica, a partire dalla questione delle unioni civili.
Segnaliamo i video di tutti gli interventi che si sono svolti.
Print

Registro delle morti materne e la salute delle donne

Written by Emilia De Biasi.

Emilia De BiasiIntervento svolto per il al decimo anniversario di Onda - Osservatorio nazionale sulla salute della donna.
Oggi è presentata in Senato, a mia firma, la legge che istituisce il registro delle morti materne presso l’Istituto Superiore di Sanità in modo che ci si occupi dei bambini, perché è importantissimo, ma ci si occupi anche un po’ di più anche delle mamme. Non soltanto nella fase delicata del parto ma anche nella fase che precede il parto, quindi nel momento della scelta di avere un bambino fino a quella che segue il parto con le patologie che si caratterizzano come depressione post partum.
Print

Il bonus bebè di Regione Lombardia

Written by Sara Valmaggi, Carlo Borghetti.

Sara ValmaggiCon l’esclusione delle famiglie adottive dal Bonus bebe’ Maroni offende tutte le famiglie adottive della Lombardia. Nelle sue brutte parole si sente l’eco sinistra della repulsione per chi è straniero, anche se in fasce e bisognoso del calore e della protezione di una famiglia. Caro Maroni, i figli sono figli, naturali o adottivi che siano, e la famiglia che li accoglie e li cresce deve essere aiutata senza discriminazioni. È già pronta una nostra mozione per estendere a queste famiglie il bonus bebè regionale che chiederemo di discutere domani in aula. Purtroppo si dimostra ancora una volta che la partecipazione al Family day è stata solo una bandiera con cui Maroni si copre per nascondere l’assenza di politiche vere per le famiglie lombarde.
Print

Gioco: un altro passo avanti di legalità e certezze

Written by Franco Mirabelli.

Franco Mirabelli Intervista di Affari & Finanza (file PDF).

Sono 127mila le persone impiegate negli apparecchi di intrattenimento, 50mila le famiglie che lavorano solo nell’ippica, 146mila nella restante filiera del gioco. Senza contare gli addetti nella distribuzione (tabaccai, esercenti ecc.) e il conseguente indotto. Dati che mostrano come questo settore abbia un lato che merita considerazione soprattutto in un momento in cui si richiedono cambiamenti importanti all’industria del gioco.