Print

Bene che M5S non sia imploso, ora correggiamo la riforma della Giustizia

Written by Franco Mirabelli.

Franco Mirabelli Intervista del Dubbio.

Senatore Mirabelli, qual è la posizione del Pd sulla riforma della giustizia?
Noi sosterremo sicuramente sia la riforma del processo civile che di quello penale, perché contiene moltissime nostre proposte e quindi la appoggeremo con la consapevolezza che la riforma è necessaria per il Paese e perché è garanzia di accedere ai fondi del Pnrr.
Avete chiesto però delle modifiche come ha fatto anche il Movimento 5 Stelle. C'è una strategia comune?
C'è ancora uno spazio perii lavoro parlamentare sulla base della preoccupazione espressa da molti magistrati, dal momento che la scelta fatta sulla prescrizione, e da noi condivisa, potrebbe portare troppi processi a non concludersi. Credo ci sia spazio per dialogare e risolvere la questione senza intaccare in alcun modo il senso di una riforma che deve trovare l'equilibrio tra la necessità di una ragionevole durata dei processi e il rischio che non si arrivi a sentenza.
Print

Nelle nostre scuole basta con la didattica a distanza

Written by Beatrice Uguccioni.

Beatrice UguccioniArticolo di Beatrice Uguccioni pubblicato dal mensile Zona Nove.

Su questo ultimo numero prima della pausa estiva vorrei sinteticamente soffermarmi su alcune decisioni assunte in Consiglio Comunale e poi fare un focus sulla scuola e la sua ripresa a settembre. Nel mese di luglio abbiamo promosso e approvato un ordine del giorno con cui abbiamo indicato interventi su cui concentrare i 41 milioni di euro dell’avanzo di Bilancio con l’obiettivo di sostenere le persone e le categorie sociali ed economiche maggiormente colpite dalla pandemia. Una serie di misure per contrastare la povertà grazie a un adeguato sostegno al reddito e mitigare l’emergenza abitativa, anche allargando la quota di indigenti per le assegnazioni S.A.P. (Servizi Abitativi Pubblici), risorse per potenziare i servizi socio-sanitari (in particolare minori e anziani), formare e ricollocare i lavoratori più colpiti dalla pandemia (specialmente donne e giovani), incrementare l’assistenza alle persone con disabilità, rimborsare alle famiglie le rette di frequenza dei servizi all’infanzia e di refezione sospesi durante la pandemia.
Print

Israele: Non ci sono negoziati all’orizzonte

Written by Marina Sereni.

Marina SereniIntervista di Shalom a Marina Sereni.

«Volevo capire il più possibile, per questo ho incontrato molte persone sia da parte israeliana che palestinese. La situazione è molto complessa, nuova, e per molti aspetti difficilissima». A parlare è la Vice Ministra degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Marina Sereni, rientrata da una visita in Israele e nei territori palestinesi. Sereni ha incontrato molti esponenti della politica, del neo governo israeliano Mansour Abbas, leader del partito arabo-israeliano Raam, Ram Ben-Barak, Presidente della Commissione Esteri e Difesa, il Ministro della Giustizia e Vice Primo Ministro Gideon Saar, da parte palestinese tra gli altri la Vice Ministra degli Esteri Amal Jadou.