Print

Nell'Ufficio di Presidenza dei Deputati PD

Written by Marina Berlinghieri.

Marina BerlinghieriIntervento di Marina Berlinghieri.

Fin dal primo giorno della mia esperienza parlamentare, ho provato a svolgere un ruolo di sintesi e di raccordo tra anime differenti e tra territori differenti. Un ruolo che ho sempre sentito mio, proprio perché sono fortemente convinta che nella sintesi, nello scambio di punti di vista e nella costruzione di relazioni, si trovino le strade più innovative e più corrette.
Partire dalla coerenza e dalla forza delle proprie idee per raggiungere una sintesi avanzata.
Questa ricerca di sintesi, trova oggi una formalizzazione in un incarico che mi riempie di orgoglio e che intendo svolgere con la massima passione.
Print

Infrastrutture, coniugare rapidità e legalità

Written by Chiara Braga.

Chiara Braga "Il codice appalti ha bisogno soprattutto di essere implementato e migliorato in alcune sue parti; il Recovery plan è senz'altro l'occasione per sciogliere alcuni nodi, con l'obiettivo di aumentare velocità e rapidità di applicazione, senza però abbassare l'asticella per quanto riguarda la sicurezza, la legalità e la qualità del lavoro. Condivido l'approccio che sta seguendo il ministro Giovannini, stiamo andando nella giusta direzione. Abbiamo bisogno di sviluppare un approccio integrato tra le amministrazioni pubbliche e i ministeri, coinvolgendo anche i soggetti che poi il codice devono applicarlo come le stazioni appaltanti, e il mondo delle imprese e del lavoro". Lo dichiara Chiara Braga, deputata del Partito democratico e responsabile per la Segreteria nazionale della Transizione ecologica e infrastrutture, intervenendo insieme al ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, ai microfoni di Radio Immagina, la Radio del Partito democratico.
Print

Le carceri italiane sono le più sovraffollate d'Europa: bisogna intervenire presto

Written by Franco Mirabelli.

Franco Mirabelli Intervento di Franco Mirabelli.

Di fronte al rapporto “Space” del Consiglio d’Europa che definisce di nuovo le carceri italiane come le più sovraffollate dell’Unione europea, non si può e non si deve restare indifferenti.
Occorre intervenire presto.
Serve coraggio per garantire, secondo il dettato costituzionale, il rispetto della stessa funzione rieducativa della pena e una detenzione in spazi sicuri e accettabili.
Per questo non si può più aspettare e chiediamo al Governo di prevedere una norma che aumenti, come abbiamo già proposto, la premialità per buona condotta da 45 a 60 giorni ogni semestre, anticipando così il fine pena.