Print

Risultato di Renzi in Europa

Written by Patrizia Toia.

Patrizia ToiaAnche se resta molto lavoro da fare, con l'ultimo Consiglio europeo l'Italia ha incassato un risultato importante: il piano di investimenti da 315 miliardi di euro è stato approvato e tutti e 28 i governi dell'Ue hanno sottoscritto il testo delle conclusioni che sancisce il principio della flessibilità per i contributi nazionali al piano. E' la prima volta che i governi accettano di non conteggiare gli investimenti nel calcolo del Patto di Stabilità e il fatto che nei prossimi mesi si dovranno definire i dettagli non ci deve fare sottovalutare che si tratta di un cambio di direzione netto. Questo cambiamento porta un nome e cognome: Matteo Renzi e il PD italiano a Bruxelles. Il prossimo passo sarà in gennaio ci aspettiamo che la Commissione specifichi nella sua comunicazione che gli investimenti da non includere nel calcolo del Patto sono anche i cofinanziamenti ai progetti del Piano Juncker e a quelli dei fondi strutturali.

Pin It
Print

Politiche per la casa

Written by Franco Mirabelli.

Franco MirabelliIntervento a Rai Palamento Settegiorni (Video).
L’eccesso di tassazione sulla casa negli ultimi anni è stato un problema molto serio. La Local Tax avrà la funzione di semplificare, dare certezze e risolvere il problema.
Il tema, però, oggi non è solo il carico fiscale perché, già prima della crisi, in Italia per uno stipendio medio di un lavoratore dipendente era diventato impossibile trovare case in affitto o da acquistare per quanto era lievitato il mercato. Questo avveniva mentre la casa di proprietà era diventata quasi un mito: era l’idea della casa di proprietà vicina al posto di lavoro, in cui si stava per sempre. Oggi quel mondo lì non c’è più e dobbiamo pensare, come nel resto d’Europa, che forse le politiche pubbliche debbano cominciare a orientarsi sull’affitto e così abbiamo fatto con il decreto sull’emergenza abitativa. Per orientarsi sull’affitto, però, bisogna anche dare certezza alla proprietà.

Pin It
Print

La Legge di Stabilità

Written by Ezio Casati.

Ezio CasatiPochi giorni prima di Natale la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la legge di Stabilità 2015. Si tratta di una manovra a "espansione qualificata", di circa 30 miliardi, che mira ad un obiettivo decisamente ambizioso, ma estremamente a portata di mano per il nostro Paese: rilanciare la crescita, tenendo in ordine i conti pubblici. Ecco perchè nell'inviarvi i miei sinceri auguri per un nuovo anno, colmo di speranza e fiducia, possiamo intravedere un 2015 di rilancio. La legge di stabilità, senza risolvere di colpo tutti i problemi italiani, propone gli strumenti concreti affinchè le imprese e le famiglie possano intraprendere un percorso virtuoso per uscire dalla recessione.
Ecco i principali interventi che qualificano la legge di Stabilità in maniera espansiva:
Misure in favore delle imprese

Pin It
Print

La sanità è stata messa in sicurezza

Written by Emilia De Biasi.

Emilia De BiasiIntervista pubblicata da Quotidiano Sanità.
E' arrivato il via libera definitivo della Camera alla legge di Stabilità. Il provvedimento, al suo interno, contiene moltossime novità per il comparto sanità: dall'istituzione di un Fondo per i farmaci innovativi fino al registro dei donatori per l'eterologa. Ne abbiamo parlato con la sematrice Emilia Grazia De Biasi (Pd), presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato.
Presidente De Biasi, qual è il suo giudizio su questa legge di stabilità?
E' una buona legge se si tiene conto del momento difficile che sta attraversando il Paese, e quindi del limite di risorse disponibili. Per la sanità, in particolare, viene messo in sicurezza il settore con la garanzia di un finaziamento adeguato e corrispondente a quello sancito dal Patto della Salute del luglio scorso. E poi va sottolineato anche il forte impegno sul fronte delle non autosufficienze con l'incremento del Fondo che ora arriva a 400 milioni di euro.

Pin It