Print

Sui ragazzi israeliani uccisi

Written by Emanuele Fiano, Piero Fassino.

Emanuele Fiano"Sono stati uccisi tre ragazzi innocenti. Il mio cuore e' colmo di angoscia. Sono stati uccisi perche' israeliani. Sia lieve a loro la terra. Sia benedetto il loro ricordo. L'odio e la violenza che hanno armato la mano dei loro assassini chiamera' altro odio e altra violenza. Ma non spegnamo comunque la minima speranza di pace. Sia forte la coscienza di chi governa Israele, reagisca con la saggezza, con il senso di giustizia e con la forza d'animo che viene dalla millenaria storia del popolo ebraico". Lo scrive su facebook Emanuele Fiano, deputato Pd.
Print

I risultati ottenuti

Written by Lorenzo Boati.

Lorenzo BoatiSono finite le attività previste nell'ambito del progetto Maggio e Giugno Insieme e si è svolto l'incontro di condivisione su come far rinascere un'ex-scuola come polo multifunzionale nel quartiere di Quarto Cagnino.
Due temi diversi che ho accompagnato come presidente di commissione e che sono accomunati da un fil rouge che è quello del fare rete nell'ambito sociale: un obiettivo che ho cercato di promuovere durante questi anni da presidente e che mi impegnerò a portare avanti anche da consigliere.
Print

Moldova, Ucraina e Georgia si avvicinano all’Europa

Written by Matteo Cazzulani.

Matteo CazzulaniL’Alleanza Pro-Europa, la coalizione di maggioranza del Parlamento moldavo, ha approvato l’Accordo di Associazione con l’UE. Il Parlamento ucraino modernizza la gestione del sistema infrastrutturale energetico agli standard dell’Unione Europea, mentre il Governo georgiano ha incrementato la quantità di gas importata dall’Azerbaijan anche per l’Europa.
Una ratifica lampo per un Paese che, così, dimostra la sua alta voglia di Europa. Nella giornata di mercoledì, 2 Luglio, il Parlamento moldavo ha ratificato la firma dell’Accordo di Associazione che il Premier moldavo, Iurie Leanca, ha sottoscritto a Bruxelles con l’Unione Europea lo scorso 27 Giugno.
Print

Perché tante stragi?

Written by Rosa Aimoni.

Rosa AimoniArticolo pubblicato su Report Online.
L'ultimo caso di cronaca, che sta traumatizzando l'Italia, riguarda la strage familiare commessa da un uomo, Carlo Lissi, di anni 31, che ha ucciso la moglie e i suoi due figli.
Il caso, che si è verificato domenica notte a Motta Visconti, nei pressi di Milano, sta facendo scalpore non solo per la sua atrocità, ma anche perché ad aver commesso gli omicidi non è stato un emarginato, un ladro, un criminale, ma un uomo qualunque, che viveva con la famiglia in una villetta, che aveva una laurea e un lavoro normale.