Print

Mondo del lavoro e Jobs Act

Written by Franco Mirabelli.

Franco MirabelliVideo della trasmissione Filo Diretto dedicata al tema del lavoro e del Jobs Act a cui ha partecipato il senatore Franco Mirabelli»

La riforma del lavoro che abbiamo approvato in Senato e che ora è passata alla Camera dei Deputati è una legge importante di cui, nella confusione generata dalla polemica politica, rischiano di perdersi finalità e merito.
Prima di tutto credo sia giusto sgomberare il campo da alcuni luoghi comuni che nulla hanno a che vedere con le proposte contenute nel cosiddetto Jobs Act. Innanzi tutto va detto che non è vero che vengono tolte tutele (neppure l'articolo 18) a chi ha già un contratto a tempo indeterminato: non è scritto da nessuna parte ed è stato più volte chiarito da Matteo Renzi e dal Ministro del Lavoro.

Print

Consumo di suolo: una legge regionale inaccettabile

Written by Carlo Borghetti.

Carlo Borghetti A Inveruno, sabato 15 novembre, alla inaugurazione della storica Fiera agricola di San Martino (che risale al 1607) si è parlato del presente e del futuro dell'attività agricola. È stato detto giustamente che non c'è futuro per l'agricoltura se non si interrompe, o si regola, o si limita, la monocoltura e l'inquinamento della falda con i fertilizzanti e i liquami intensivi. È importante la riconversione agricola a colture autoctone e biologiche, che recuperano il valore biologico del terreno e creano nuove occasioni occupazionali, anche rilanciando la manodopera locale e soprattutto giovanile. Ma a me stava a cuore ricordare che comunque non c'è futuro per l'agricoltura lombarda se non si blocca il consumo di suolo e la cementificazione: in questo senso la legge regionale sul consumo di suolo ora in discussione in Regione, proposta dalla Giunta Maroni e sostenuta dal centrodestra, rappresenta un passo indietro inaccettabile.

Print

OPG, decreto Lorenzin, metodo Stamina

Written by Emilia De Biasi.

Emilia De BiasiMi preoccupa il risultato finale della relazione presentata dal Ministero della Salute al Parlamento sul supermercato degli Opg, e cioè che si richiederà un'altra proroga per la chiusura. Le proroghe hanno un senso se portano a compimento e non se portano una nuova proroga. Per noi è uno scacco. Avremmo preferito se fossimo arrivati al 31 marzo, non dico con il problema risolto, ma almeno con il contesto favorevole a risolverlo. Purtroppo, però, per tutte le Regioni non è la stessa situazione. Forse dovremmo superare anche qualche burocrazia di troppo. Dovremmo cercare canali più veloci, dovremmo essere tutti un pò meno sofisticati nel cercare la perfezione. Sono i diritti umani lo sfondo entro cui si gioca la difficile partita degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari e, più in generale, sulla salute mentale. Se paralare di diritti umani in un momento di crisi economica è difficile, questo è anche il momento in cui vengono maggiormente all'evidenza.