Print

La Commissione sui CIE

Written by Emanuele Fiano.

Emanuele FianoIntervento di Emanuele Fiano, responsabile Sicurezza del Partito democratico, durante la discussione alla Camera dei Deputati della proposta di legge che istituisce una Commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni dei migranti nei centri di accoglienza, identificazione ed espulsione (CDA e CIE) e nei centri per richiedenti asilo (CARA): Verificare le condizioni di vita del sistema di accoglienza per coloro che arrivano in questo Paese fuggendo da condizioni di guerra, di deprivazione, di persecuzione è un nostro dovere. Vogliamo saperlo anche per evitare che si scatenino tensioni sociali e che si alzi il livello dello scontro nelle nostre città. Dobbiamo dire al Paese se le condizioni di vita in quei centri sono consone alle nostre leggi, alla Costituzione, alla Dichiarazione dei diritti universali dell'uomo e alle direttive europee.

Print

Solidarietà a PD Corvetto e Sunia e condanna del raid avvenuto

Written by Franco Mirabelli, Emanuele Fiano, Patrizia Toia.

Franco MirabelliRaccogliamo qui un po' di commenti e reazioni al raid avvenuto al circolo PD Corveto durante la riunione del SUNIA.
Intervento in Senato di Franco Mirabelli (capogruppo PD in Commissione Parlamentare Antimafia): "Intervengo in Senato, anche a nome degli altri colleghi, sui fatti verificatisi questo pomeriggio a Milano, che reputo gravissimi.
Fortunatamente non ci sono state vittime e non si è fatto male nessuno, ma credo che questo Parlamento debba guardare con preoccupazione a quello che è successo.  Quindici delinquenti - perché di questo si tratta - incappucciati, con striscioni che si richiamavano a movimenti antagonisti, sono entrati in una sede del Partito Democratico, dove si svolgeva una riunione del sindacato degli inquilini SUNIA (quindi erano riuniti prevalentemente pensionati e cittadini per discutere del loro quartiere e della condizione delle loro case) e questi delinquenti hanno devastato la sede, hanno lanciato fumogeni e svuotato gli estintori ed hanno spaventato moltissimo chi era lì in riunione.

Print

Il diritto alla sicurezza

Written by Lorenzo Boati.

Lorenzo BoatiArticolo pubblicato da Il Giorno.
Le iniziative di aggregazione sociale non mancano in Via Quarti a Milano (Zona 7), quartiere popolare che spesso viene considerato una porzione di Baggio e, invece, rappresenta un territorio a sé, con una sua identità, sia considerandolo dal punto di vista urbanistico e sia osservando il tessuto sociale che lo compone. I palazzi si affacciano tutti su cortili interni che hanno i loro pregi (spazi che avrebbero una potenzialità per lo sviluppo di momenti aggregativi) ma anche i loro difetti. Penso al fatto che sia facile nascondersi tra gli anfratti dei cortili, soprattutto di notte, per eventuali malintenzionati o vandali, e che sia difficile per le forze dell’ordine effettuare dei controlli con le pattuglie, visto che è necessario scendere e girare a piedi per verificare che ogni angolo sia tranquillo. Noi del Consiglio di Zona sappiamo che le Associazioni attive sul territorio svolgono un compito nobilissimo, ma sappiamo anche che occorre garantire sicurezza e un presidio costante in un quartiere così particolarmente difficile.

Print

Incontro con l'ANPI

Written by Lorenzo Gaiani.

Lorenzo Gaiani Si è svolto l’11 novembre presso la Sede comunale un incontro fra il Sindaco Lorenzo Gaiani ed il Direttivo del Circolo ANPI “G. Chiesa” di Cusano Milanino, alla presenza di un rappresentante della Segreteria provinciale di ANPI.
Nel corso dell’incontro il Sindaco ha espresso vivo rammarico per il modo inopportuno con cui in un post su facebook, poi ripreso da altri siti internet e giornali, ha espresso alcune considerazioni politiche che suonavano in qualche modo lesive della dignità e del ruolo politico dell’ANPI, ai cui valori fondativi egli conferma massima adesione e stima.
Il Direttivo del Circolo ha preso atto delle dichiarazioni del Sindaco ed ha accettato le sue spiegazioni.
L’Amministrazione comunale di Cusano Milanino ed il Circolo ANPI ribadiscono la volontà di intensificare gli sforzi affinché la celebrazione del settantennale della Liberazione nella prossima primavera sia l’occasione per riaffermare i valori della Resistenza antifascista che sono alla base della democrazia repubblicana.