Print

Avventura difficile ma che apre speranze nel Paese

Written by Dario Franceschini.

Dario Franceschini "Nel primo Consiglio dei ministri mi pare che ci sia stato un clima di collaborazione e non competizione". Così il neo ministro ai Beni culturali con delega al Turismo uscendo da Palazzo Chigi al termine del primo Cdm del secondo esecutivo a guida Giuseppe Conte. "Sappiamo che le forze politiche che sostengono questo governo si sono contrapposte duramente negli anni passati e non solo in questo ultimo anno. È quindi un percorso difficile - osserva il ministro dem - ma ciò che conta è lo spirito con cui si inizia a lavorare". "Sappiamo di avere una responsabilità sulle spalle per il paese", bisogna "affrontare adesso la legge di bilancio e i tanti problemi che le famiglie italiane si aspettano di vedere risolti".
Print

Non solo aiuti a Roma, il Nord tira la carretta

Written by Giuseppe Sala.

Giuseppe Sala
Articolo di Repubblica.

Se il governo che nascerà a guida Movimento 5 stelle e Pd "sarà troppo a trazione centro-sud il rischio che c'è è quello di suscitare simpatie leghiste. Io non ho nulla contro il fatto di aiutare Roma, però non è che si aiuta solo chi è più in difficoltà, si sostiene anche chi sta tirando la carretta. Come Milano e il Nord". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine dell'inaugurazione della Summer school sul benessere e la sostenibilità delle città promossa dal Comune.
Print

Squadra piena di voglia di fare per gli italiani

Written by Dario Franceschini.

Dario Franceschini "Una squadra piena di voglia di fare per gli Italiani". E' quanto scrive in un tweet il neo ministro per i Beni culturali Dario Franceschini postando un sefie scattato nel salone delle feste del Quirinale dove si sta svolgendo, davanti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il giuramento del nuovo governo. Subito dopo il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha ritwittato il post di Franceschini.
 
"Il segretario del Pd Zingaretti mi ha chiesto di guidare la delegazione dei ministri del Pd in questa avventura così difficile ma anche così affascinante che credo apra molte speranze nel Paese".
Print

Non c'è diarchia, sono importanti sia Renzi sia Zingaretti

Written by Emanuele Fiano.

Emanuele Fiano “Non direi che c’è una diarchia. Renzi ha dato un apporto significativo a questa nuova fase della legislatura, ma è innegabile che poi sia stato il nostro segretario Zingaretti a gestire la fase. Poi c’è stato anche il lavoro di Franceschini e Orlando di gestione del rapporto col M5S. Poi il lavoro dei capigruppo sul programma. Non c’è dubbio che l’assenso di Renzi a questa ipotesi ha contribuito a tenere compatto il partito. Un po’ inaspettatamente Salvini ha offerto una svolta e la possibilità al PD di non trattenere l’Italia intera in questo gioco anti-europeo, anti-Euro, in questo clima d’odio che si era creato”. Così Emanuele Fiano, deputato Pd, a Radio Cusano Campus.