Print

11 settembre

Written by Lorenzo Gaiani.

Lorenzo Gaiani 11 settembre 1973, colpo di stato in Cile contro il Presidente ed il Governo democraticamente eletti, con la complicità dell'Amministrazione USA di Richard Nixon.
11 settembre 2011, criminoso attacco di Al Qaeda contro le Torri gemelle di New York ed il Pentagono a Washington.
Due crimini orrendi, che generarono lutti e sofferenze, dettati dalla fame di potere, dal fanatismo religioso, dal culto della violenza.
Passioni rovinose, da cui l'umanità non è ancora riuscita a liberarsi.
Onore a Salvador Allende e a tutte le vittime del regime militare cileno; onore a coloro che morirono innocenti nelle Torri gemelle e a coloro che perirono cercando di prestar loro soccorso.
Non dimentichiamoli mai, e soprattutto non dimentichiamo mai di vegliare contro la sempre risorgente barbarie che alligna nell'umanità.

Print

Dalla Festa nazionale dell'Unità

Written by Diana Comari.

Print

I supertecnici non bastano

Written by Emanuele Fiano.

Emanuele FianoIntervista a Emanuele Fiano di Rodolfo Sala - La Repubblica (PDF)»

Io sono ipergarantista, e ovvia«mente penso che l'ultima grana giudiziaria che coinvolge l'Expo sia tutta da verificare».
Però?
«Però dopo questo nuovo avviso di garanzia non ci vengano a raccontare che bastano i supertecnici per superare problemi che solo lapolitica, scrivendo regole chiare, può superare».
Il parlamentare milanese Emanuele Fiano, fresco di promozione nella segreteria nazionale del Pd, ha appena lasciato la commissione Affari istituzionali della Camera, dove è stato ascoltato Raffaele Cantone. E come il presidente dell`Autorità anticorruzione, e come lo stesso Pisapia, Fiano pensa che Antonio Acerbo debba fare «un passo indietro» autosospendendosi dalla carica.

Print

L'azione del governo

Written by Franco Mirabelli.

Franco Mirabelli Sicuramente il Partito Democratico non si deve schiacciare sul governo ma, in realtà, credo che avremmo bisogno di un PD che rivendichi e valorizzi con maggiore forza ciò che questo governo sta facendo.
Non so se stiamo cambiando l’Italia, sicuramente, però, in questi mesi di governo Renzi, abbiamo già cambiato molte cose. Ad esempio abbiamo fatto un’importante riforma della cooperazione internazionale.
Abbiamo fatto una riforma importante che riguarda il tema della casa in cui finalmente è stato esplicitato in modo chiaro il fatto che siamo per incentivare l’affitto. Inoltre, sono stati rifinanziati i fondi per il sostegno affitti e per la morosità incolpevole (questioni, queste che interessano molto gli abitanti dei quartieri popolari) e viene stanziato quasi un miliardo per affrontare l’emergenza abitativa.
Abbiamo fatto molte norme che riguardano la giustizia, tra cui la modifica dell’articolo 416ter del codice penale per punire il voto di scambio, che era un impegno che avevamo preso e che abbiamo rispettato.
Poi ci sono la riforma iniziata sulla pubblica amministrazione e quelle sul lavoro.