Stampa

Basta parole divisive

Scritto da Nicola Zingaretti.

Nicola Zingaretti"Non mi vedrete mai scontrarmi con Renzi e polemizzare con lui. Non si tratta di un fatto caratteriale e comportamentale. O di chissà quale altro motivo".
Lo afferma il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, in un colloquio con il Messaggero in cui spiega che la ragione è semplicissima: "Un leader non deve dire parole divisive. La leadership, come dovrebbe essere chiaro a tutti, deve avere sempre una bussola tra le mani, che è quella dell'unità. Si va lontano, se si procede tutti insieme. Facendo polemiche, si resta fermi". In questo Paese, secondo Zingaretti, "occorre riattivare la speranza e non le divisioni tra di noi".
Per il segretario dem, infatti, bisogna "fare le cose, ecco, e non dire parole divisive. Se ci atteniamo a questa regola, funzionerà tutto bene. Già il governo ha recuperato un bel po' dei danni finanziari creati dalle sparate di Salvini. Con i suoi show, i mojito, il Papeete e le raffiche di sparate e di polemiche il capo leghista ha tolto dalle tasche degli italiani 20 miliardi di euro e li ha bruciati". Incalzato di nuovo su Renzi, il segretario dem conferma che nessuno lo porterà a bisticciare con il fondatore di Italia Viva e ribadisce che la strada imboccata dal governo "è quella giusta. Occorre lavorare tutti insieme. Non è che io adotto la strategia della pazienza, solo perché sono un tipo paziente con Renzi e con tutti. Credo semplicemente che da noi i cittadini vogliano dedizione alle questioni che lo riguardano, e non dobbiamo farci distrarre da altro". Poi, conclude Zingaretti: Dobbiamo stare uniti, allargare, ascoltare e coinvolgere. E questo vale a livello nazionale e sul piano regionale. Qui in Umbria abbiamo lavorato bene in questo senso e vinceremo".

Per seguire l'attività di Nicola Zingaretti: sito web - pagina facebook