Stampa

Al governo servono i più bravi e capaci

Scritto da Giuseppe Sala.

Giuseppe SalaIl Sindaco di Milano Beppe Sala riconosce l'impegno di Fontana nell'affrontare l'emergenza "ma che Regione Lombardia non ammetta alcun errore è molto difficile da comprendere". Lo dice in un'intervista a La Repubblica. "Che garanzie abbiamo che la pandemia sia finita? Non si sente più parlare delle Usca - aggiunge -. le Unità speciali di continuità assistenziale, che avrebbero dovuto assistere a casa i pazienti Covid. Corriamo ai ripari, siamo ancora in tempo per ricostruire il sistema". Questo esecutivo, per il sindaco di Milano "ha il compito più difficile dal dopoguerra - sottolinea -. Il presidente del Consiglio dovrebbe chiamare intorno a sé i più bravi e capaci. Serve un governo di competenti, tecnici o politici, poco cambia".
Nell'affrontare la pandemia "noi sindaci, in tanti, stiamo chiedendo al governo una presa di posizione rapida sulla questione delle finanze dei comuni". La rabbia "sta montando, non ci possono dire "affronteremo la questione più avanti'". In fase di ripartenza l'obiettivo per Sala è fare restare Milano "una città con una profonda vocazione internazionale" che punti anche a una trasformazione in senso ambientale.
Intervista di Repubblica al sindaco di Milano (PDF)»

Per seguire Beppe Sala: sito web - Pagina Facebook