Print

Riaffermare la legalità dopo la tragedia della pandemia

Written by Giuseppe Sala.

Giuseppe Sala "Dobbiamo avere la stessa forza mostrata dopo la strage di via Palestro per ripartire, un passo alla volta, riaffermando legalità e giustizia dopo la tragedia della pandemia. Il rispetto delle regole ci guida nel ritrovare una nuova normalità nella tutela della salute". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato della fase post pandemia nel corso della commemorazione della strage mafiosa di via Palestro. "Dopo la tragedia ci si può rialzare. Milano lo fa da secoli, grazie ai suoi valori che ispirano le azioni di questa grande comunità", ha aggiunto Sala che poi ha ricordato come il Padiglione di arte contemporanea preso di mira dalla mafia con un'autobomba che ha provocato la morte di cinque persone è diventato poi un simbolo di libertà e cultura.
Print

Zingaretti indica un percorso

Written by Franco Mirabelli.

Franco Mirabelli “Il Pd, attraverso le parole del suo segretario Nicola Zingaretti, ha indicato un percorso. L’Europa ha dimostrato di aver ritrovato quella solidarietà che permetterà a tutti i suoi Paesi di superare la crisi creata dalla pandemia. Per riuscirci servono però scelte e progetti chiari, velocità di realizzazione e coesione politica che mi auguro si possa trovare nel doveroso confronto parlamentare con l’opposizione. Una digitalizzazione del nostro Paese per renderlo più connesso, investimenti in infrastrutture, economia verde, risorse per scuola e sanità. Dentro queste scelte le donne dovranno essere protagoniste della ripresa italiana. Queste le priorità indicate da Zingaretti. Ora il governo, con rapidità, lavori su queste direttrici: troverà il Pd al suo fianco”. Così il vice presidente dei senatori del Pd Franco Mirabelli.
Print

Spendere bene i fondi europei

Written by Antonio Misiani.

Antonio Misiani "Chiederemo al Parlamento altri 25 miliardi per continuare a sostenere il lavoro, le imprese e gli enti territoriali. E inizieremo a scrivere il Recovery Plan italiano, la base per utilizzare i 209 miliardi dell'Europa". Lo afferma Antonio Misiani, viceministro dell'Economia in quota Pd, al Quotidiano Nazionale. "Da marzo - precisa - abbiamo stanziato 75 miliardi. Una cifra enorme, quattro punti e mezzo di Pil, l'equivalente di cinque Finanziarie. Saliremo a 100 miliardi con il prossimo scostamento di bilancio. Nella Ue solo la Germania ha fatto uno sforzo simile". Lo scostamento sarà sufficiente per arrivare alla fine dell'anno? "Crediamo di sì. Utilizzeremo queste risorse per prorogare gli ammortizzatori sociali e le scadenze fiscali, per aiutare gli enti locali e le regioni e per sostenere alcuni settori come turismo e auto motive". Sottolinea quindi che spendere i fondi europei "è il nodo più importante. Il dibattito sul Recovery Fund spesso è surreale. Chi si lamenta della tempistica di erogazione delle risorse non si rende conto del cambio di passo che serve per utilizzare davvero quei fondi".
Print

Il Mes è già disponibile, l'Italia può trarne benefici

Written by Paolo Gentiloni.

Paolo Gentiloni La decisione sul Recovery Fund "è storica, la più importante sul piano economico dopo l'introduzione dell'euro". Lo dice in un'intervista a La Repubblica il Commissario Ue all'economia Paolo Gentiloni. Questo risultato "è la dimostrazione che per quanto incompiuto e fragile il progetto europeo è stato più forte delle spaccature" aggiunge. Se questo piano senza precedenti "avrà successo, ci saranno le premesse per una nuova stagione europea - spiega -. Un eventuale fallimento, invece, si ritorcerà contro il nostro destino comune". Le erogazioni del Recovery "inizieranno nella seconda parte del 2021 ad eccezione di un 10% che verrà anticipato con l'approvazione del Piano. Prima dobbiamo aspettare il percorso di ratifica dei parlamenti, quindi dovremo riuscire a rispettare il calendario con l'approvazione dei Piani di riforme dei singoli paesi entro aprile e andare sui mercati con titoli europei comuni".