Print

28 le città candidate a Capitale italiana della cultura

Written by Dario Franceschini.

Dario FranceschiniSono 28 le città in corsa per il titolo di 'Capitale della cultura italiana' per l'anno 2022. Lo rende noto il Ministero dei Beni e della Attività Culturali e del Turismo, che ha trasmesso al presidente della Conferenza Unificata l’elenco delle città che hanno perfezionato la candidatura. Entro il 12 ottobre la commissione di valutazione definirà la short list delle 10 città finaliste, la procedura di valutazione si concluderà entro il 12 novembre 2020. “In tutte le sue edizioni la Capitale della cultura ha innescato meccanismi virtuosi tra le realtà economiche e sociali dei territori. Non è un concorso di bellezza, viene premiata la città che riesce a sviluppare il progetto culturale più coinvolgente, più aperto, innovativo e trasversale”. Così il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.
Print

20 milioni per mostre annullate o rinviate

Written by Dario Franceschini.

Dario Franceschini"20 milioni di euro per le mostre d'arte cancellate, annullate o rinviate a causa dell'emergenza sanitaria" è questo il valore del decreto che il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha firmato oggi utilizzando le risorse del "Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali" istituito dal Decreto Rilancio. "Ai 150 milioni di euro già autorizzati per sostenere i musei statali e i musei privati si aggiungono adesso ulteriori 20 milioni di euro per il ristoro delle perdite subite dagli organizzatori di mostre. Con questo decreto prosegue l'impegno a sostegno dei settori del mondo dell'arte che stanno ancora attraversando un momento difficile anche in questa fase di ripartenza".
Print

La tragedia di Marcinelle

Written by Sergio Mattarella.

Sergio Mattarella Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 64° anniversario della tragedia di Marcinelle, ha inviato il seguente messaggio:
«Nel giorno che sessantaquattro anni fa a Marcinelle vide scomparire 262 minatori, tra cui 136 italiani, facciamo memoria del sacrificio sul lavoro di tanti nostri connazionali emigrati. La giornata a loro dedicata acquista un altissimo valore: innumerevoli cittadini italiani – in circostanze spesso eccezionalmente complesse e rischiose – hanno dato prova di abnegazione e di impegno nell’adempimento dei propri compiti professionali, in Patria e all’estero. Se avvertiamo con particolare intensità il ricordo di quanto accadde al Bois du Cazier è anche perché negli ultimi mesi l’emergenza sanitaria ci ha rafforzato la comprensione delle espressioni “sacrificio” e “sicurezza sul lavoro”.
Print

In Libia la situazione continua ad essere complessa

Written by Marina Sereni.

Marina SereniLa stabilita' della Libia resta una priorita' "assoluta" per l'Italia e una condizione indispensabile per contrastare la minaccia del terrorismo e del fenomeno delle migrazioni irregolari e per tutelare gli interessi energetici ed economico commerciali italiani. Lo ha dichiarato la viceministra degli Affari esteri, Marina Sereni, intervenendo davanti alla commissione Esteri della Camera dei deputati, sui recenti sviluppi della situazione in Libia. "La situazione sul terreno continua ad essere complessa e intricata", ha sottolineato la viceministra, osservando come la nuova linea del fronte sia ormai stabile con le forze del Governo di accordo nazionale libico (Gna) a circa 45 chilometri a ovest di Sirte e quelle dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) concentrate a difesa della citta' costiera e della base aerea di Al Jufra.