Stampa

Italia ferma, facciamola ripartire

Scritto da Marina Sereni.

Marina Sereni C’è uno scarto enorme tra i dati della realtà italiana e la cronaca politica di questi giorni.
Tutti gli indicatori e gli istituti indipendenti dimostrano la severità del quadro economico del nostro Paese che, in un generale rallentamento della crescita in Europa, ha i risultati più preoccupanti per fatturato dell’industria, investimenti, lavoro. Diventa ogni giorno più evidente l’azzardo di una manovra finanziaria per l’anno in corso che, indirizzando gran parte delle risorse verso reddito di cittadinanza e quota 100, aumentando il deficit e ipotecando pesantemente la prossima Legge di Bilancio con l’aumento dell’Iva per ben 23 miliardi, ha totalmente ignorato il tema della crescita e del lavoro.
Stampa

La Maugeri deve continuare il percorso di risanamento

Scritto da Giuseppe Villani.

Giuseppe Villani“La Maugeri è stata protagonista in una stagione precedente di uno scandalo molto grave per il quale i responsabili stanno pagando. Oggi è una realtà diversa, con un altro management, e si sta riprendendo con fatica e con sacrifici, soprattutto dei lavoratori. Noi crediamo che si debba aprire una pagina nuova e che realtà come la Maugeri vadano preservate per il loro valore nella cura dei pazienti e nella ricerca medica. Crediamo sia necessario tornare ad ascoltare in commissione l’assessore Gallera e i vertici dell’ATS di Pavia per capire come la Regione intenda scongiurare scenari nefasti e permettere alla Maugeri, in un quadro di legalità e piena correttezza, di continuare il proprio percorso di risanamento senza imporre ulteriori sacrifici alle tante valide professionalità che oggi la rendono un punto di riferimento per molti cittadini lombardi e non solo.”
Stampa

In Emilia le istituzioni sono forti contro le mafie

Scritto da Franco Mirabelli.

Franco MirabelliIn Emilia Romagna, in visita con la Commissione Antimafia, abbiamo trovato istituzioni, procure, prefetture, forze polizia, amministrazioni pubbliche, organizzazioni sindacali attente e impegnate contro le mafie, consapevoli che il territorio emiliano è molto appetibile per la criminalità organizzata proprio per la sua forza economica.
Cresce, invece, la preoccupazione per alcuni interventi del Governo, come la liberalizzazione degli appalti e quota 100. Credo che di fronte all’insediamento della ‘ndrangheta in tanti territori serva un comune impegno, solo con l’unità si battono le mafie.
Stampa

Prima Rozzano

Scritto da Barbara Agogliati.

Barbara AgogliatiDesidero che Rozzano sia una città PRIMA in tantissimi servizi di qualità come quelli che abbiamo e che nei prossimi 5 anni vogliamo migliorare ancora di più. L'orgoglio di essere Rozzanesi lo vogliamo far trasparire anche in quello che si dice di noi. Basta con la retorica della periferia degradata.
Prima Rozzano perché voglio che venga PRIMA Rozzano di tutte le bandiere politiche e di tutti i personalismi di cui la gente è giustamente stufa, anche a Rozzano, perché vuole veri buoni amministratori e non finti supereroi o finti capitani.
Prima Rozzano degli interessi personali. Alcuni in questi anni mi hanno chiesto chi me lo fa fare.